Maria Ausiliatrice del monte Misma
Un deserto  sul Misma
  Siamo   troppo   in   conflitto   con   noi   stessi,   pieni   di   livori   e   di   egoismi   che   ci   impediscono   di   vivere   nella   gioia.   Il   traguardo che   dobbiamo   raggiungere   per   vivere   in   modo   perfetto,   non   è   quello   che   il   Signore   faccia   la   nostra   volontà   ed   assecondi le   nostre   richieste,   ma   quello   di   fare   la   volontà   di   Dio   che   sta   già   scritta   sulla   Bibbia.   Purtroppo   più   noi   andiamo   avanti   e più   diventiamo   delle   brutte   copie   di   cristiani,   dei   testimoni   non   credibili   che   deformano   ed   infangano   sempre   più   l'acqua limpida   che   è   la   sorgente   di   vita   della   parola   di   Dio.   Non   ci   siamo   mai   resi   conto   che   preghiamo   per   chiedere   al Signore   che   assecondi   la   nostra   volontà?   Ma   è   volontà   perfetta   e   giusta   la   nostra?   Chi   prega   per   un   proprio interesse   non   dimostra   di   amare   il   Signore,   è   come   se   non   pregasse,   ce   lo   dice   Gesù:   "Non   chi   dice   Signore,   Signore, entrerà   nel   regno   dei   cieli   ma   chi   farà   la   volontà   del   Padre".   Lo   Spirito   Santo   non   scenderà   mai   sulla   volontà   dell'uomo, ma   su   colui   che   è   disponibile   a   fare   la   volontà   di   Dio,   che   sia   un   potente   della   terra   o   una   persona   insignificante.      Illusi, ipocriti   coloro   che   pensano   di   invocare   lo   Spirito   Santo   solamente   per   realizzare   i   propri   progetti!   Il   Signore   non accetterà   mai   i   nostri   compromessi,   anche   se   è   buono   e   misericordioso,   perché   l'atto   d'amore   infinito   di   un   uomo   giusto, Gesù   morto   per   noi   sulla   croce,   è   costato   sacrificio   al   Padre...   Dobbiamo   dispiacerci   nel   vedere   che   tante   persone pregano   il   Signore   per   ottenere   un   vantaggio   personale:   se   venissero   assecondate   queste   richieste   la   verità   di   Dio verrebbe   imbruttita.   Il   Signore   e   la   Madonna   ci   hanno   insegnato   a   pregare,   tant'è   che   usiamo   le   loro   stesse   parole,   ma bisogna   pregare   come   va   pregato,   per   riuscire   a   fare   la   volontà   di   Dio,    perché   Dio   è   molto   severo   con   la   sua   legge,   è giusto   e   non   concede   divagazioni;   a   nessuno   concede   di   aggiungere   o   togliere   una   virgola   dalla   Bibbia.   Ecco   perché   non vediamo   i   risultati   sperati   e   sembra   che   il   Signore   abbia   chiuso   le   porte   della   sua   grazia   davanti   a   tante   preghiere   e   a tante   buone   iniziative.   Chi   di   noi   prega   il   Signore   perché   benedica   le   persone   che   ci   hanno   fatto   del   male?   Invece preghiamo   affinché   il   Signore   faccia   giustizia,   sapendo   che   noi   non   possiamo   arrivare   dove   può   arrivare   il   Signore. Facciamo   le   nostre   richieste   perché   pensiamo   di   essere   simpatici   al   Signore,   sperando   che   le   esaudisca   a   nome   nostro come   se   fossimo   degli   dei!   Siamo   troppo   individualisti,   finiamola   di   offendere   il   Signore   con   la   nostra   presunzione, perché   quando   Dio   decide   qualcosa   su   di   noi   avviene   mentre   quando   decidiamo   noi   qualcosa   sul   Signore   non   avviene niente.   Nessuno   di   noi   può   vedere   l'opera   di   Dio   in   una   materializzazione.   Tutti   gli   interventi   miracolosi   e   prodigiosi   del Signore   avvengono   in   un   modo   invisibile:   nessuno   ha   visto   come   il   Signore   ha   fatto   scaturire   l'acqua   dalle   rocce, nemmeno   Mosé   e   il   popolo   ebraico   hanno   visto   come   ha   fatto   il   Signore   ad   aprire   il   mar   Rosso.   Le   opere   del   Signore sono   invisibili:   tutto   quello   che   avviene   nell'universo   è   opera   dello   Spirito   Santo   e   della   potenza   di   Dio.   Come   possiamo pensare   di   stravolgere   in   negativo   la   potenza   di   Dio,   quando   non   diffondiamo   i   doni   dello   Spirito   Santo   che   sono   amore, di   gioia,   pace,   pazienza,   benevolenza,   bontà,   fedeltà,   mitezza,   dominio   di   sé?   La   cosa   migliore   che   noi   dobbiamo   fare   è pregare   perché   il   Signore   ci   conceda   innanzitutto   di   riordinare,   nel   modo   più   giusto   ai   suoi   occhi,   tutto   il   disordine   che abbiamo   fatto   nella   nostra   vita.   Poi   dimostrare   di   essere   maturi   e   di   avere   intelligenza,   come   quando   difendiamo   i   nostri interessi,   per   custodire   la   ricchezza   spirituale   che   il   Signore   ha   assegnato   a   ciascuno   di   noi.   Cerchiamo   di   conoscere come   bisogna   fare   la   volontà   del   Padre   per   ottenere   tutto   ciò   che   ha   promesso;   preghiamo   come   conviene   per sperimentare   su   di   noi   la   discesa   dello   Spirito   Santo,   come   ha   fatto   Maria   Santissima   che   non   ha   chiesto   niente,   ma   era solo   disponibile   alla   volontà   di   Dio.   Diciamo   agli   altri   la   verità   e   non   quello   che   vogliono   sentirsi   dire:   "Prega,   e   vedrai   che     risolverai   i   tuoi   problemi..”;   certo   è   anche   scritto:   "Chiedi   e   ti   sarà   dato,   bussa   e   ti   sarà   aperto",   ma   c'è   modo   e   modo   di chiedere,   non   bisogna   solamente   pretendere!   Non   interpretiamo   la   vita   spirituale   e   le   rivelazioni   bibliche   a   senso   unico, perché   ormai   la   parola   di   Dio   l'abbiamo   nascosta   chissà   dove,   pensando   di   essere   dei   maestri,   quando   in   realtà   non sappiamo   neanche   da   che   parte   incominciare.   Le   rivelazioni   private   non   servono   a   farci   crescere,   mentre   la   parola   di   Dio si,   ma   non   la   conosciamo   perché   ciascuno   di   noi   ne   da   un   significato   diverso.   Ammettiamo   di   avere   tanto   sbagliato   e   di esserci   comportati   come   veri   eretici...   Diamo   sapore   a   tutto   ciò   che   abbiamo   davanti   alla   nostra   vita,   amando   e togliendo l'egoismo che è dentro di noi.   Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul monte Misma  
C'è modo e modo di pregare
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Monte Misma - Oasi della Pace - via Spersiglio 25 Pradalunga (Bergamo)
stampa la pagina
Un deserto   sul Misma
Maria Ausiliatrice del monte Misma
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Siamo   troppo   in   conflitto   con   noi   stessi,   pieni   di livori   e   di   egoismi   che   ci   impediscono   di   vivere nella      gioia.      Il      traguardo      che      dobbiamo raggiungere   per   vivere   in   modo   perfetto,   non   è quello   che   il   Signore   faccia   la   nostra   volontà   ed assecondi   le   nostre   richieste,   ma   quello   di   fare   la volontà   di   Dio   che   sta   già   scritta   sulla   Bibbia. Purtroppo     più     noi     andiamo     avanti     e     più diventiamo    delle    brutte    copie    di    cristiani,    dei testimoni     non     credibili     che     deformano     ed infangano   sempre   più   l'acqua   limpida   che   è   la sorgente    di    vita    della    parola    di    Dio.    Non    ci siamo    mai    resi    conto    che    preghiamo    per chiedere   al   Signore   che   assecondi   la   nostra volontà?    Ma    è    volontà    perfetta    e    giusta    la nostra?   Chi   prega   per   un   proprio   interesse   non dimostra   di   amare   il   Signore,   è   come   se   non pregasse,   ce   lo   dice   Gesù:   "Non   chi   dice   Signore, Signore,   entrerà   nel   regno   dei   cieli   ma   chi   farà   la volontà     del     Padre".     Lo     Spirito     Santo     non scenderà    mai    sulla    volontà    dell'uomo,    ma    su colui   che   è   disponibile   a   fare   la   volontà   di   Dio, che   sia   un   potente   della   terra   o   una   persona insignificante.      Illusi,   ipocriti   coloro   che   pensano di    invocare    lo    Spirito    Santo    solamente    per realizzare    i    propri    progetti!    Il    Signore    non accetterà   mai   i   nostri   compromessi,   anche   se   è buono    e    misericordioso,    perché    l'atto    d'amore infinito   di   un   uomo   giusto,   Gesù   morto   per   noi sulla    croce,    è    costato    sacrificio    al    Padre... Dobbiamo     dispiacerci     nel     vedere     che     tante persone    pregano    il    Signore    per    ottenere    un vantaggio   personale:   se   venissero   assecondate queste     richieste     la     verità     di     Dio     verrebbe imbruttita.    Il    Signore    e    la    Madonna    ci    hanno insegnato   a   pregare,   tant'è   che   usiamo   le   loro stesse    parole,    ma    bisogna    pregare    come    va pregato,   per   riuscire   a   fare   la   volontà   di   Dio,   perché   Dio   è   molto   severo   con   la   sua   legge,   è giusto    e    non    concede    divagazioni;    a    nessuno concede    di    aggiungere    o    togliere    una    virgola dalla   Bibbia.   Ecco   perché   non   vediamo   i   risultati sperati   e   sembra   che   il   Signore   abbia   chiuso   le porte   della   sua   grazia   davanti   a   tante   preghiere   e a    tante    buone    iniziative.    Chi    di    noi    prega    il Signore   perché   benedica   le   persone   che   ci   hanno fatto    del    male?    Invece    preghiamo    affinché    il Signore    faccia    giustizia,    sapendo    che    noi    non possiamo   arrivare   dove   può   arrivare   il   Signore. Facciamo   le   nostre   richieste   perché   pensiamo   di essere    simpatici    al    Signore,    sperando    che    le esaudisca   a   nome   nostro   come   se   fossimo   degli dei!    Siamo    troppo    individualisti,    finiamola    di offendere   il   Signore   con   la   nostra   presunzione, perché    quando    Dio    decide    qualcosa    su    di    noi avviene   mentre   quando   decidiamo   noi   qualcosa sul   Signore   non   avviene   niente.   Nessuno   di   noi può       vedere       l'opera       di       Dio       in       una materializzazione.   Tutti   gli   interventi   miracolosi   e prodigiosi    del    Signore    avvengono    in    un    modo invisibile:   nessuno   ha   visto   come   il   Signore   ha fatto    scaturire    l'acqua    dalle    rocce,    nemmeno Mosé   e   il   popolo   ebraico   hanno   visto   come   ha fatto   il   Signore   ad   aprire   il   mar   Rosso.   Le   opere del    Signore    sono    invisibili:    tutto    quello    che avviene   nell'universo   è   opera   dello   Spirito   Santo e   della   potenza   di   Dio.   Come   possiamo   pensare di    stravolgere    in    negativo    la    potenza    di    Dio, quando   non   diffondiamo   i   doni   dello   Spirito   Santo che    sono    amore,    di    gioia,    pace,    pazienza, benevolenza,   bontà,   fedeltà,   mitezza,   dominio   di sé?   La   cosa   migliore   che   noi   dobbiamo   fare   è pregare   perché   il   Signore   ci   conceda   innanzitutto di   riordinare,   nel   modo   più   giusto   ai   suoi   occhi, tutto   il   disordine   che   abbiamo   fatto   nella   nostra vita.   Poi   dimostrare   di   essere   maturi   e   di   avere intelligenza,    come    quando    difendiamo    i    nostri interessi,   per   custodire   la   ricchezza   spirituale   che il    Signore    ha    assegnato    a    ciascuno    di    noi. Cerchiamo    di    conoscere    come    bisogna    fare    la volontà   del   Padre   per   ottenere   tutto   ciò   che   ha promesso;     preghiamo     come     conviene     per sperimentare   su   di   noi   la   discesa   dello   Spirito Santo,   come   ha   fatto   Maria   Santissima   che   non ha   chiesto   niente,   ma   era   solo   disponibile   alla volontà   di   Dio.   Diciamo   agli   altri   la   verità   e   non quello   che   vogliono   sentirsi   dire:   "Prega,   e   vedrai che      risolverai   i   tuoi   problemi..”;   certo   è   anche scritto:   "Chiedi   e   ti   sarà   dato,   bussa   e   ti   sarà aperto",   ma   c'è   modo   e   modo   di   chiedere,   non bisogna         solamente         pretendere!         Non interpretiamo    la    vita    spirituale    e    le    rivelazioni bibliche   a   senso   unico,   perché   ormai   la   parola   di Dio   l'abbiamo   nascosta   chissà   dove,   pensando   di essere     dei     maestri,     quando     in     realtà     non sappiamo   neanche   da   che   parte   incominciare.   Le rivelazioni   private   non   servono   a   farci   crescere, mentre   la   parola   di   Dio   si,   ma   non   la   conosciamo perché    ciascuno    di    noi    ne    da    un    significato diverso.   Ammettiamo   di   avere   tanto   sbagliato   e di   esserci   comportati   come   veri   eretici...   Diamo sapore    a    tutto    ciò    che    abbiamo    davanti    alla nostra    vita,    amando    e    togliendo    l'egoismo che è dentro di noi.

Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul

monte Misma

 
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
versione mobile