Maria Ausiliatrice del monte Misma
Un deserto  sul Misma
  Quella   parte   del   monte   Misma   da   cui   sono   iniziate   le   apparizioni   di   Maria   Santissima   nel   1988   e   che   nel   corso   degli   anni si   è   sviluppata   per   consentire   la   missione   di   Roberto,   si   trova   in   località   Spersiglio   nel   comune   di   Pradalunga   (BG).   Quel luogo   ha   una   storia   partita   molto   tempo   prima.   Riferimenti   storici   dicono   che   è   stata   una   zona   incontaminata,   un   rifugio dalle   varie   pestilenze   che   hanno   colpito   la   Val   Seriana   nel   1600.      Realmente   fondata   è   da   considerare   la   tradizione   orale secondo   la   quale   la   valle   Spersiglio   fosse   luogo   di   rifugio   per   guerre   e   pestilenze.   Chi   ha   prodotto   questo?   In   un documento   conservato   presso   l'archivio   parrocchiale   di   Cornale   (Pradalunga),   il   parroco   dell'epoca   ha   lasciato   scritto:   " il giorno   di   Santo   Giovanni   al   24   giugno   1630   incominciò   in   questa   terra   la   peste,   ossia   mal   colposo,   e   durò      fino   alla Natività   di   nostro   Signore   circa   e   tra   questo   tempo   morsero   da   160   fra   grandi   e   piccoli   (erano   320)   e   tanti   altri restarono   vivi   e   furono   guariti ".    Chi   li   ha   guariti?   Questo   male   non   è   arrivato   a   Spersiglio.   Anche   il   cronicon   parrocchiale      conferma   che   " nell'anno   1630   infierisce   la   peste   che   miete   molte   vittime   e   che   l'altra   contrada   di Spersiglio   è   il   rifugio   salutare   contro   il   terribile   flagello   e   molti   lasciato   il   paese   si   rifugiarono   lassù " .   Era anche   una   terra   molto   fertile   e   fruttuosa,   ma   cosa   è   accaduto   a   Spersiglio?   Sicuramente   cose   fantastiche,   si   guariva   per la   grazia   del   Signore.   È   un   luogo   dove   sono   scesi   la   Madonna   e   i   Santi,   un   posto   da   sempre   scelto   da   Dio.   Maria Santissima   confidò   a   Roberto   che   il   Monte   Misma   sarà   un   rifugio   di   risanamento   per   chi   confermerà   infermità   di mente,   di   corpo,   di   anima.    Guariranno   senza   fare   alcun   rito.   La   Madonna   merita   un   ringraziamento   per   quello   che   ha fatto,   che   sta   facendo   e   che   farà   su   questa   montagna.   La   decristianizzazione   è   un   contagio   peggiore   rispetto   alla   peste. Sappiamo   accettare   le   prove   e   i   momenti   difficili   della   vita?   Il   Signore   ci   ha   rivelato   la   strada      della   salvezza   con   la   croce, non con le preghiere.   Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul monte Misma  
Spersiglio
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Monte Misma - Oasi della Pace - via Spersiglio 25 Pradalunga (Bergamo)
stampa la pagina
Un deserto   sul Misma
Maria Ausiliatrice del monte Misma
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Quella    parte    del    monte    Misma    da    cui    sono iniziate    le    apparizioni    di    Maria    Santissima    nel 1988   e   che   nel   corso   degli   anni   si   è   sviluppata per   consentire   la   missione   di   Roberto,   si   trova   in località    Spersiglio    nel    comune    di    Pradalunga (BG).    Quel    luogo    ha    una    storia    partita    molto tempo    prima.    Riferimenti    storici    dicono    che    è stata   una   zona   incontaminata,   un   rifugio   dalle varie   pestilenze   che   hanno   colpito   la   Val   Seriana nel   1600.      Realmente   fondata   è   da   considerare   la tradizione     orale     secondo     la     quale     la     valle Spersiglio    fosse    luogo    di    rifugio    per    guerre    e pestilenze.    Chi    ha    prodotto    questo?    In    un documento       conservato       presso       l'archivio parrocchiale   di   Cornale   (Pradalunga),   il   parroco dell'epoca   ha   lasciato   scritto:   " il   giorno   di   Santo Giovanni   al   24   giugno   1630   incominciò   in   questa terra   la   peste,   ossia   mal   colposo,   e   durò      fino   alla Natività    di    nostro    Signore    circa    e    tra    questo tempo   morsero   da   160   fra   grandi   e   piccoli   (erano 320)    e    tanti    altri    restarono    vivi    e    furono guariti ".    Chi   li   ha   guariti?   Questo   male   non   è arrivato      a      Spersiglio.      Anche      il      cronicon   parrocchiale        conferma    che    " nell'anno    1630 infierisce   la   peste   che   miete   molte   vittime   e   che l'altra    contrada    di    Spersiglio    è    il    rifugio salutare   contro   il   terribile   flagello   e   molti lasciato   il   paese   si   rifugiarono   lassù " .   Era anche   una   terra   molto   fertile   e   fruttuosa,   ma cosa   è   accaduto   a   Spersiglio?   Sicuramente   cose fantastiche,   si   guariva   per   la   grazia   del   Signore. È   un   luogo   dove   sono   scesi   la   Madonna   e   i   Santi, un    posto    da    sempre    scelto    da    Dio.    Maria Santissima    confidò    a    Roberto    che    il    Monte Misma   sarà   un   rifugio   di   risanamento   per chi   confermerà   infermità   di   mente,   di   corpo, di   anima.    Guariranno   senza   fare   alcun   rito.   La Madonna    merita    un    ringraziamento    per    quello che    ha    fatto,    che    sta    facendo    e    che    farà    su questa    montagna.    La    decristianizzazione    è    un contagio   peggiore   rispetto   alla   peste.   Sappiamo accettare   le   prove   e   i   momenti   difficili   della   vita? Il   Signore   ci   ha   rivelato   la   strada      della   salvezza con la croce, non con le preghiere.    

Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul

monte Misma

 

I suggerimenti di Maria santissima sul monte Misma

                                               Sperisiglio
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
versione mobile