Maria Ausiliatrice del monte Misma
Un deserto  sul Misma
Come   può   Maria   Santissima   dal   nulla   presentarsi   perfettamente   posizionata   e   sospesa   a   un   metro   d'altezza   dal   suo interlocutore?   È   una   cosa   grandiosa,   non   è   casuale   la   sua   apparizione.   Quando   si   è   davanti   alla   Madonna   non   c'è   una parola   cattiva,   c'è   solo   dolcezza   e   amore.   Si   viene   rapiti   da   quell'immagine   che   si   muove   con   fare   molto   delicato   e rispettoso,   che   non   vuole   offendere   neanche   la   natura.   Non   viene   enfatizzando   o   esultando,   battendo   le   mani   o cantando,   viene   composta,   con   le   mani   giunte,   a   volte   con   lo   scettro   altre   con   Gesù   bambino   in   braccio   oppure   con   le mani   protese   verso   il   mondo.   Perché   noi   invece   siamo   così   rumorosi   e   così   poco   inclini   a   rivelarla   come   si   presenta?   La felicità   è   lei   stessa,   la   sua   presenza,   i   suoi   occhi,   non   l'enfasi.   Maria   Santissima   lascia   dentro   di   noi   una   conoscenza infinita   in   un   modo   naturale,   non   viene   a   dirci   quello   che   dobbiamo   fare.   Ci   si   rende   conto   di   conoscere   una   realtà   che per   molti   è   impossibile.   Il   motivo   principale   per   cui   la   Madonna   appare   è   che   lei   sa   alla   perfezione   la   differenza che   c’è   tra   l’Inferno   e   il   Paradiso   e   la   malattia   più   incurabile   è   quella   dell’anima.    Desidera   che   noi   abbiamo   a recuperare   la   semplicità,   perché   la   superficialità   e   l'entusiasmo   sono   difficilmente   gestibili   per   l'uomo,   come   raggiunge l'estasi   così   ottiene   la   disperazione.   L'enfasi   ci   porta   a   desiderare   ancora   questa   situazione   e   ci   fa   consumare   un'energia positiva   enorme,   quell'energia   che   dovremmo   dosare   con   l'attenzione   che   gestiamo   i   nostri   soldi.   Maria   Santissima   ci trasmette   che   non   c'è   questa   differenza   tra   il   massimo   della   gioia   e   il   massimo   della   sofferenza,   è   tutto   equilibrato.   Ecco perché   gli   strumenti   del   Signore   erano   felici   anche   quando   venivano   criticati   e   condannati.   Per   quale   motivo   pensiamo   di essere   così   autorizzati   a   svelare   i   difetti   e   i   punti   deboli   degli   altri?   Gesù   e   Maria   sanno   tutto   di   tutti   e   non   dicono   niente di   nessuno,   noi   che   non   sappiamo   niente   diciamo   tutto   di   tutti.   Non   bisogna   scandalizzarsi   delle   reazioni   degli   altri, magari   hanno   raggiunto   un   limite   per   aver   subito   altre   prove.      La   Madonna   non   si   lamenta,   ama   tutti   e   si   dispiace   per tutti   perché   potremmo   fare   di   più,   potremmo   avere   più   armonia   e   concordia   tra   noi.   Prega   il   Signore   perché   premi   coloro che   meritano   e   perdoni   coloro   che   sono   da   condannare.   Cerchiamo   di   promuovere   la   sua   immagine   come   lei   merita,   in un   modo   composto,   gentile,   mite,   sapendo   che   davanti   ad   ogni   situazione   ci   invita   ad   amare.      Cerchiamo   di   desiderare   la pace   in   famiglia,   senza   essere   promotori   di   reazioni,   polemiche   e   critiche   che   non   servono   a   niente.   Prima   di   intervenire prendiamo   l'abitudine   di   aspettare   dieci   minuti,   un'ora,   due   ore,   vedremo   tanti   discorsi   cadere   nel   nulla   e   tanti   problemi dissolversi.   Per   quanto   riguarda   la   parola   di   Dio   e   la   manifestazione   della   fede,   cerchiamo   di   parlare   poco   e   dimostrare tanto.   Aumenteremmo   in   superbia   se   la   Madonna   desse   la   sua   grazia   a   tutti   noi   nella   nostra   condizione,   ci   sentiremmo portatori   di   divinità.   La   vera   devozione   Mariana   ci   fa   diventare   portatori   di   gesti   umili,   nessuno   è   meritevole   di   compiere prodigi,   siamo   dei   microbi   nel   cosmo   nati   nel   peccato.   Non   insegniamo   a   pregare   per   far   finire   guerre   o   per   guarire,   solo Maria   Santissima   grazie   a   Dio   può   intervenire   nell'universo   creato,   diciamo   piuttosto:   "Ci   troviamo   per   pregare   Colei   che può   intervenire   subito   e   che   tutto   può".    Disintegriamo   critiche   e   polemiche,   aggiungiamo   un   fioretto   o   una   buona   azione alle nostre preghiere.   Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul monte Misma  
La semplicità di Maria
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Monte Misma - Oasi della Pace - via Spersiglio 25 Pradalunga (Bergamo)
stampa la pagina
Un deserto   sul Misma
Maria Ausiliatrice del monte Misma
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Come   può   Maria   Santissima   dal   nulla   presentarsi perfettamente   posizionata   e   sospesa   a   un   metro d'altezza    dal    suo    interlocutore?    È    una    cosa grandiosa,    non    è    casuale    la    sua    apparizione. Quando   si   è   davanti   alla   Madonna   non   c'è   una parola    cattiva,    c'è    solo    dolcezza    e    amore.    Si viene   rapiti   da   quell'immagine   che   si   muove   con fare   molto   delicato   e   rispettoso,   che   non   vuole offendere     neanche     la     natura.     Non     viene enfatizzando    o    esultando,    battendo    le    mani    o cantando,   viene   composta,   con   le   mani   giunte,   a volte   con   lo   scettro   altre   con   Gesù   bambino   in braccio    oppure    con    le    mani    protese    verso    il mondo.   Perché   noi   invece   siamo   così   rumorosi   e così   poco   inclini   a   rivelarla   come   si   presenta?   La felicità   è   lei   stessa,   la   sua   presenza,   i   suoi   occhi, non   l'enfasi.   Maria   Santissima   lascia   dentro   di   noi una   conoscenza   infinita   in   un   modo   naturale,   non viene    a    dirci    quello    che    dobbiamo    fare.    Ci    si rende    conto    di    conoscere    una    realtà    che    per molti   è   impossibile.   Il   motivo   principale   per cui    la    Madonna    appare    è    che    lei    sa    alla perfezione   la   differenza   che   c’è   tra   l’Inferno e   il   Paradiso   e   la   malattia   più   incurabile   è quella   dell’anima.    Desidera   che   noi   abbiamo   a recuperare   la   semplicità,   perché   la   superficialità e    l'entusiasmo    sono    difficilmente    gestibili    per l'uomo,   come   raggiunge   l'estasi   così   ottiene   la disperazione.     L'enfasi     ci     porta     a     desiderare ancora    questa    situazione    e    ci    fa    consumare un'energia    positiva    enorme,    quell'energia    che dovremmo   dosare   con   l'attenzione   che   gestiamo i   nostri   soldi.   Maria   Santissima   ci   trasmette   che non   c'è   questa   differenza   tra   il   massimo   della gioia    e    il    massimo    della    sofferenza,    è    tutto equilibrato.   Ecco   perché   gli   strumenti   del   Signore erano    felici    anche    quando    venivano    criticati    e condannati.   Per   quale   motivo   pensiamo   di   essere così   autorizzati   a   svelare   i   difetti   e   i   punti   deboli degli   altri?   Gesù   e   Maria   sanno   tutto   di   tutti   e non    dicono    niente    di    nessuno,    noi    che    non sappiamo    niente    diciamo    tutto    di    tutti.    Non bisogna   scandalizzarsi   delle   reazioni   degli   altri, magari   hanno   raggiunto   un   limite   per   aver   subito altre   prove.      La   Madonna   non   si   lamenta,   ama tutti   e   si   dispiace   per   tutti   perché   potremmo   fare di   più,   potremmo   avere   più   armonia   e   concordia tra   noi.   Prega   il   Signore   perché   premi   coloro   che meritano     e     perdoni     coloro     che     sono     da condannare.    Cerchiamo    di    promuovere    la    sua immagine     come     lei     merita,     in     un     modo composto,   gentile,   mite,   sapendo   che   davanti   ad ogni   situazione   ci   invita   ad   amare.      Cerchiamo   di desiderare    la    pace    in    famiglia,    senza    essere promotori   di   reazioni,   polemiche   e   critiche   che non    servono    a    niente.    Prima    di    intervenire prendiamo   l'abitudine   di   aspettare   dieci   minuti, un'ora,   due   ore,   vedremo   tanti   discorsi   cadere nel   nulla   e   tanti   problemi   dissolversi.   Per   quanto riguarda    la    parola    di    Dio    e    la    manifestazione della     fede,     cerchiamo     di     parlare     poco     e dimostrare   tanto.   Aumenteremmo   in   superbia   se la   Madonna   desse   la   sua   grazia   a   tutti   noi   nella nostra    condizione,    ci    sentiremmo    portatori    di divinità.     La     vera     devozione     Mariana     ci     fa diventare    portatori    di    gesti    umili,    nessuno    è meritevole   di   compiere   prodigi,   siamo   dei   microbi nel   cosmo   nati   nel   peccato.   Non   insegniamo   a pregare   per   far   finire   guerre   o   per   guarire,   solo Maria   Santissima   grazie   a   Dio   può   intervenire nell'universo     creato,     diciamo     piuttosto:     "Ci troviamo   per   pregare   Colei   che   può   intervenire subito   e   che   tutto   può".    Disintegriamo   critiche   e polemiche,   aggiungiamo   un   fioretto   o   una   buona azione alle nostre preghiere.   Confidenze   di   Maria   santissima   a   Roberto   Longhi   sul monte Misma  
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
versione mobile