Maria Ausiliatrice del monte Misma
Un deserto  sul Misma
  Il   danno   più   grande   all'immagine   della   santa   Chiesa   l’hanno   creato   quelli   che   la   frequentano,   che   non   riescono   a   liberarsi del   proprio   orgoglio   e   ad   affidarsi   completamente   al   Signore.   I   rabbini   giudei   avevano   suddiviso   la   Legge   in   613   precetti, perché   anche   allora   c'era   la   confusione   di   oggi.   Viviamo   nella   cultura   dei   nuovi   decreti   e   dei   nuovi   comandamenti, vogliamo   che   anche   la   Chiesa   modifichi   la   sua   base,   ma   non   ci   chiediamo   il   perché?   Se   fossimo   stati   coerenti   e   giusti osservatori   della   Legge   non   ci   sarebbe   stato   bisogno   di   nuove   regole.   Il   Signore   non   cambierà   mai   la   sua   legge,   ma   la Chiesa   è   costretta   a   concedere   cose   che   un   po'   di   anni   fa   sembravano   inammissibili.   Sta   cambiando   per   amor   nostro,   si sta   snaturando   per   venire   a   recuperarci   nel   fango,   per   riprendere   i   divorziati,   i   separati,   i   conviventi.   L’abbiamo   obbligata ad   abbassarsi,   esponendola   alle   critiche   dei   conservatori   e   dei   progressisti.   Ma   non   facciamone   una   bandiera.   Nessuno   è stato   più   progressista   e   più   conservatore   di   Gesù,   se   fossimo   gente   di   fede   potremmo   capire   che   si   può   essere   in   egual misura   l'uno   e   l'altro.   La   storia   dell'uomo   prosegue,   ma   abbiamo   avvelenato   il   mondo,   l’abbiamo   ridotto   a   una   confusione totale   dove   più   neanche   gli   avvocati   e   i   giudici   riescono   a   controllarlo.   Come   possiamo   pensare   di   avere   un'unica   linea davanti   a   tante   leggi,   dove   tutti   pensano   di   essere   nel   giusto?   L’uomo   ha   fatto   di   tutto   per   difendere   la   propria   idea, tranne   rispettare   il   precetto   elementare   dell'amore,   quello   che   dà   compimento   ai   comandamenti,   alle   profezie   e   alla legge   dei   profeti.   Ci   siamo   penalizzati,   eppure   consideriamo   incapace,   debole   e   fragile   colui   che   ama.   Che   paradosso! Indirettamente   accusiamo   Gesù   di   aver   sbagliato.   In   altre   parole   stiamo   dicendo   al   Creatore   del   mondo   che   non   ha   fatto le   cose   giuste:   è   una   profanazione,   un   sacrilegio.   Se   la   famiglia   fosse   ancora   così   sacra,   che   bisogno   ci   sarebbe   di promuovere   nuove   leggi?   Dobbiamo   testimoniare   la   parola   del   Signore,   non   modificarla   in   continuazione.   Qualsiasi   cosa avverrà   non   critichiamo   la   Chiesa,   altrimenti   dimostreremo   solo   una   scarsa   maturazione   spirituale.   Gesù   non   ha   chiuso le   porte   a   nessuno,   è   giusto   che   si   interessi   del   suo   gregge.   Se   fossimo   difensori   della   verità   e   non   così   adulteri…   La Chiesa   è   meravigliosa,   amiamola,   non   prende   decisioni   come   se   fosse   una   cosa   gradevole,   ma   siamo   così   sbandati   che non   sa   più   che   linea   prendere!   Se   saremo   forti   nella   prova   della   fede,   capiremo   le   cose   in   una   misura   diversa,   con   amore e   carità,   non   ci   dispiacerà   nel   vedere   un   pastore   che   va   a   raccogliere   chi   è   scivolato   nel   vizio   e   nella   degradazione. Nessun   uomo   è   stato   creato   per   il   male,   nessuno.   Dispiacciamoci,   mettiamoci   nelle   mani   di   quei   pastori   che   sono   soli, abbandonati,   criticati,   senza   nessun   tipo   di   soddisfazione   familiare.   Dimostrandoci   meritevoli   dell'aiuto   del   Signore   e della   Madonna,   perché   solo   loro   fermano   immediatamente   il   male,   non   i      cortei   di   protesta   o   gli   interventi   su   Internet.   Il nostro   nemico   è   armato   fino   ai   denti,   come   possiamo   pensare   di   vincerlo   con   una   carabina   ad   aria   compressa?   Se   non faremo    la    volontà    del    Padre,    le    nostre    misere    preghiere    faranno    ridere    il    nemico.    Senza    l’arma    più    potente dell'amore,   siamo   veramente   carne   da   macello.   È   forse   intervenuto   Dio   a   salvare   qualcuno   che   non   osservava   la sua   legge   nel   Vecchio   Testamento?   Un   uomo   giusto   davanti   agli   occhi   di   Dio   non   avrà   nessuna   possessione   demoniaca, anche   se   il   male   gli   complicherà   la   vita.   Il   demonio   ha   minacciato   tutti   i   santi,   è   ferocissimo   contro   Maria   Santissima   e usa   quelli   che   pregano   per   diffamarla.   Il   male   non   scherza,   tira   certi   colpi   micidiali…   Quante   volte   siamo   stati   risparmiati grazie all'intervento del Signore?   Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul monte Misma  
Progressisti o conservatori?
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Monte Misma - Oasi della Pace - via Spersiglio 25 Pradalunga (Bergamo)
stampa la pagina
Un deserto   sul Misma
Maria Ausiliatrice del monte Misma
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Il    danno    più    grande    all'immagine    della santa   Chiesa   l’hanno   creato   quelli   che   la frequentano,   che   non   riescono   a   liberarsi del      proprio      orgoglio      e      ad      affidarsi completamente   al   Signore.   I   rabbini   giudei avevano   suddiviso   la   Legge   in   613   precetti, perché   anche   allora   c'era   la   confusione   di oggi.   Viviamo   nella   cultura   dei   nuovi   decreti e   dei   nuovi   comandamenti,   vogliamo   che anche   la   Chiesa   modifichi   la   sua   base,   ma non   ci   chiediamo   il   perché?   Se   fossimo   stati coerenti    e    giusti    osservatori    della    Legge non    ci    sarebbe    stato    bisogno    di    nuove regole.   Il   Signore   non   cambierà   mai   la   sua legge,   ma   la   Chiesa   è   costretta   a   concedere cose    che    un    po'    di    anni    fa    sembravano inammissibili.    Sta    cambiando    per    amor nostro,    si    sta    snaturando    per    venire    a recuperarci    nel    fango,    per    riprendere    i divorziati,   i   separati,   i   conviventi.   L’abbiamo obbligata   ad   abbassarsi,   esponendola   alle critiche   dei   conservatori   e   dei   progressisti. Ma   non   facciamone   una   bandiera.   Nessuno è   stato   più   progressista   e   più   conservatore di     Gesù,     se     fossimo     gente     di     fede potremmo   capire   che   si   può   essere   in   egual misura   l'uno   e   l'altro.   La   storia   dell'uomo prosegue,     ma     abbiamo     avvelenato     il mondo,   l’abbiamo   ridotto   a   una   confusione totale    dove    più    neanche    gli    avvocati    e    i giudici     riescono     a     controllarlo.     Come possiamo   pensare   di   avere   un'unica   linea davanti   a   tante   leggi,   dove   tutti   pensano   di essere   nel   giusto?   L’uomo   ha   fatto   di   tutto per     difendere     la     propria     idea,     tranne rispettare        il        precetto        elementare dell'amore,    quello    che    dà    compimento    ai comandamenti,   alle   profezie   e   alla   legge   dei profeti.     Ci     siamo     penalizzati,     eppure consideriamo    incapace,    debole    e    fragile colui       che       ama.       Che       paradosso! Indirettamente    accusiamo    Gesù    di    aver sbagliato.   In   altre   parole   stiamo   dicendo   al Creatore   del   mondo   che   non   ha   fatto   le cose     giuste:     è     una     profanazione,     un sacrilegio.   Se   la   famiglia   fosse   ancora   così sacra,      che      bisogno      ci      sarebbe      di promuovere      nuove      leggi?      Dobbiamo testimoniare    la    parola    del    Signore,    non modificarla   in   continuazione.   Qualsiasi   cosa avverrà      non      critichiamo      la      Chiesa, altrimenti    dimostreremo    solo    una    scarsa maturazione   spirituale.   Gesù   non   ha   chiuso le   porte   a   nessuno,   è   giusto   che   si   interessi del   suo   gregge.   Se   fossimo   difensori   della verità    e    non    così    adulteri…    La    Chiesa    è meravigliosa,      amiamola,      non      prende decisioni      come      se      fosse      una      cosa gradevole,   ma   siamo   così   sbandati   che   non sa   più   che   linea   prendere!   Se   saremo   forti nella   prova   della   fede,   capiremo   le   cose   in una   misura   diversa,   con   amore   e   carità, non   ci   dispiacerà   nel   vedere   un   pastore   che va   a   raccogliere   chi   è   scivolato   nel   vizio   e nella   degradazione.   Nessun   uomo   è   stato creato   per   il   male,   nessuno.   Dispiacciamoci, mettiamoci   nelle   mani   di   quei   pastori   che sono     soli,     abbandonati,     criticati,     senza nessun     tipo     di     soddisfazione     familiare. Dimostrandoci     meritevoli     dell'aiuto     del Signore   e   della   Madonna,   perché   solo   loro fermano    immediatamente    il    male,    non    i      cortei     di     protesta     o     gli     interventi     su Internet.   Il   nostro   nemico   è   armato   fino   ai denti,   come   possiamo   pensare   di   vincerlo con   una   carabina   ad   aria   compressa?   Se non   faremo   la   volontà   del   Padre,   le   nostre misere   preghiere   faranno   ridere   il   nemico. Senza    l’arma    più    potente    dell'amore, siamo   veramente   carne   da   macello.   È forse    intervenuto    Dio    a    salvare    qualcuno che   non   osservava   la   sua   legge   nel   Vecchio Testamento?   Un   uomo   giusto   davanti   agli occhi   di   Dio   non   avrà   nessuna   possessione demoniaca,      anche      se      il      male      gli complicherà     la     vita.     Il     demonio     ha minacciato   tutti   i   santi,   è   ferocissimo   contro Maria   Santissima   e   usa   quelli   che   pregano per    diffamarla.    Il    male    non    scherza,    tira certi    colpi    micidiali…    Quante    volte    siamo stati    risparmiati    grazie    all'intervento    del Signore?

Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul

monte Misma

 
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
versione mobile