Maria Ausiliatrice del monte Misma
Un deserto  sul Misma
  Tutto   il   necessario   per   completare   ciò   che   Dio   ha   predestinato   per   noi,   è   già   dentro   di   noi.   Dobbiamo   solo   svilupparlo, perché   siamo   stati   creati   come   potenziali   fuoriclasse.   Tutto   quello   che   fa   crescere,   come   la   luce,   è   la   parola   di   Dio.   Essa   è indiscutibile   ma   troppi   vogliono   ribaltarla,   troppi   falsi   profeti   penalizzano   l'uomo   con   la   parola   dell'uomo.   Un   fuoriclasse della   scienza   si   penalizza   se   ha   la   tendenza   dell'alcolismo,   un   grande   atleta   se   aumenta   il   peso   di   20   chili   diventa mediocre,   così   un   cristiano   che   non   si   nutre   della   parola   di   Dio   si   svuota   del   potenziale   che   il   Signore   gli   ha dato .   Sappiamo   cosa   vuol   dire   essere   battezzati?   Troppi   messaggi   si   attribuiscono   alla   Madonna,   ma   pochi   hanno contribuito    a    una    crescita    conforme    alla    volontà    di    Dio.    Non    è    forse    il    silenzio    il    messaggio    principale    di    Maria Santissima?   Dobbiamo   seguire   totalmente   e   solamente   quello   che   è   già   stato   rivelato   per   noi   nelle   Sacre   Scritture   e capire   se   siamo   unanimi   nel   parlare,   conformi   nel   progetto   che   ci   è   stato   affidato.   Desideriamo   veramente   la   lode   e   la gloria   del   Signore?   Non   possiamo   pensare   di   fare   questo   senza   la   croce,   di   diventare   subito   miracolosi   e   di   avere   dei carismi   senza   essere   stati   provati   e   rinforzati   nella   parola   di   Dio.   Chi   conosce   il   carisma   che   può   esplodere   in   noi   a   nostra insaputa?   I   santi   non   si   rendevano   conto   di   averlo,   ma   subivano   ogni   sorta   di   ingiustizia   e   sofferenza.   Non   proclamavano miracoli,   ma   la   parola   del   Signore,   il   vero   autore   dei   prodigi.   Oggi   le   grida   di   dolore   salgono   da   ogni   parte   del   mondo, l'ingiustizia   si   è   dilatata   a   dismisura   come   mai   si   è   sentito   prima.   In   un   marasma   del   genere   possiamo   portare   alla   luce quello   che   il   battesimo   ci   ha   trasmesso   e   far   fare   grande   festa   agli   angeli   in   cielo.   Coloro   che   sono   meno   accreditati danno   i   maggiori   risultati,   perché   lavorano   in   santa   pace   sulla   parola   di   Dio   senza   essere   disturbati.   Perciò   la   Madonna apparendo   a   Roberto   disse:   " Non   dire   niente   a   nessuno   che   sarà   tutto   più   facile   per   te ".      Non   dobbiamo   farci   prendere dai   nostri   ragionamenti   e   dalle   nostre   paure,   per   assurdo   se   decidessimo   di   pensare   anche   alla   nostra   anima   e corrispondere   alla   chiamata   di   Dio,   potremmo   farci   seguire   di   più   dai   nostri   cari .   Potremmo   riconquistarli   senza assecondarli   in   ogni   loro   passo.   La   volontà   di   Dio   non   necessariamente   combacia   con   la   nostra,   ci   siamo   dimenticati   della prova   di   Abramo?   Perché   mettiamo   al   primo   posto   i   nostri   figli?   Il   Signore   non   porta   distruzione   e   sofferenza,   ha   pensato ai   gigli   del   campo   e   agli   uccellini,   non   può   non   aver   pensato   a   noi   e   al   sangue   del   nostro   sangue.   Accettiamo   le   proposte che   ha   messo   nel   nostro   cuore,   non   solo   quelle   degli   altri,   e   piangeremo   di   gioia.   Dio   merita   la   prima   scelta,   ricordiamo cosa   è   accaduto   a   Saul   quando   ha   disobbedito.      Potenzialmente   siamo   dei   fuoriclasse   in   virtù   del   nostro   battesimo,   se non   diamo   i   frutti   che   potremmo   dare   la   colpa   è   nostra.   Ci   abbandoniamo   a   Dio?   Lo   abbiamo   nel   cuore?   Tutti   i   battezzati sono   dei   chiamati,   ma   oggi   siamo   alla   deriva   perché   non   si   segue   più   il   Vangelo,   le   priorità   che   Dio   ha   messo   nel   nostro essere. E nemmeno abbiamo reso felici le persone vicine. Ci conviene seguire questa strada? NON SOSTENIAMO CERTE DICERIE Tutti   danno   delle   motivazioni   sul   perché   le   cose   peggiorano,   ma   chi   critica   non   è   molto   illuminato   e   convinto   del   progetto di   cui   fa   parte.   Rappresentiamo   Dio   nella   bontà   e   nell'amore?   Di   tutte   le   cose   che   conosciamo   rimarrà   la   fede,   la speranza   e   la   carità,   cioè   la   parola   di   Dio.   Se   qualcuno   vuole   che   ci   confrontiamo   nel   dialogo,   è   per   metterci   in   difficoltà. La   persona   intelligente   tante   volte   fa   un   passo   indietro,   tronca   la   discussione   per   evitare   che   degeneri,   evitando   di   dire l'ultima   parola.   Ma   solo   in   apparenza   ne   esce   sconfitto.   Quanti   cristiani   colpevolizzano   la   Chiesa   pensando   che   il   danno maggiore   venga   dagli   errori   del   papa   o   dei   cardinali!   Che   danno   possono   dare   se   vivono   dignitosamente?   Sono personaggi   di   livello   mondiale   che   portano   tanto   bene   nelle   casse   della   Chiesa,   più   di   quello   che   portiamo   noi,   ed   è giusto   che   abbiano   qualcosa   in   più.   Devono   avere   la   dignità   del   ruolo   che   ricoprono,   altrimenti   vengono   presi   in   giro. Vogliamo   difendere   la   Chiesa   o   completare   l'opera   della   sua   distruzione?   La   rovina   della   fede   viene   da   noi   cristiani   che non   siamo   in   grado   di   rivelare   la   Verità   e   non   ci   amiamo   più.   Entra   la   cosa   migliore,   la   preghiera,   e   fuoriesce   la   cosa peggiore,   la   critica,   la   polemica,   la   parola   del   demonio.   Tante   persone   non   vanno   in   chiesa   perché   non   la   frequentano uomini   coerenti.   Fa   bene   questo   alla   nostra   fede?   Da   quando   i   papi   hanno   chiesto   scusa   per   gli   errori   dei   cristiani   è esplosa   la   rabbia   dei   nostri   nemici.   Non   hanno   anche   loro   elementi   per   chiedere   scusa   e   fare   la   pace?   Possiamo   andare in   casa   loro   a   fare   quello   che   fanno   in   casa   nostra?   Nel   cammino   dei   cristiani   ci   sono   tante   dottrine   varie   e   peregrine , com'è   possibile?   Molti   sacerdoti   sono   preoccupati   perché   anche   negli   oratori   e   nelle   giornate   della   gioventù   non   viene rispettato   il   sesto   comandamento…   Educhiamo   i   nostri   figli,      ritorniamo   a   rispettare   i   comandamenti,   a   essere   obbedienti alla   Chiesa,   a   basare   la   nostra   fede   sulle   opere   e   non   sulle   parole.   Il   Signore   si   aspetta   di   trovare   poche   persone   giuste per salvare Sodoma e Gomorra.   Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul monte Misma  
Il fuoriclasse
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Monte Misma - Oasi della Pace - via Spersiglio 25 Pradalunga (Bergamo)
stampa la pagina
Un deserto   sul Misma
Maria Ausiliatrice del monte Misma
© Un deserto sul Misma - Silenzio, preghiera, meditazione, abbandono….
Tutto   il   necessario   per   completare   ciò   che   Dio   ha predestinato    per    noi,    è    già    dentro    di    noi. Dobbiamo    solo    svilupparlo,    perché    siamo    stati creati   come   potenziali   fuoriclasse.   Tutto   quello che   fa   crescere,   come   la   luce,   è   la   parola   di   Dio. Essa   è   indiscutibile   ma   troppi   vogliono   ribaltarla, troppi    falsi    profeti    penalizzano    l'uomo    con    la parola   dell'uomo.   Un   fuoriclasse   della   scienza   si penalizza   se   ha   la   tendenza   dell'alcolismo,   un grande    atleta    se    aumenta    il    peso    di    20    chili diventa   mediocre,   così   un   cristiano   che   non   si nutre    della    parola    di    Dio    si    svuota    del potenziale     che     il     Signore     gli     ha     dato . Sappiamo    cosa    vuol    dire    essere    battezzati? Troppi   messaggi   si   attribuiscono   alla   Madonna, ma    pochi    hanno    contribuito    a    una    crescita conforme    alla    volontà    di    Dio.    Non    è    forse    il silenzio     il     messaggio     principale     di     Maria Santissima?    Dobbiamo    seguire    totalmente    e solamente   quello   che   è   già   stato   rivelato   per   noi nelle   Sacre   Scritture   e   capire   se   siamo   unanimi nel   parlare,   conformi   nel   progetto   che   ci   è   stato affidato.    Desideriamo    veramente    la    lode    e    la gloria   del   Signore?   Non   possiamo   pensare   di   fare questo    senza    la    croce,    di    diventare    subito miracolosi   e   di   avere   dei   carismi   senza   essere stati   provati   e   rinforzati   nella   parola   di   Dio.   Chi conosce   il   carisma   che   può   esplodere   in   noi   a nostra   insaputa?   I   santi   non   si   rendevano   conto di   averlo,   ma   subivano   ogni   sorta   di   ingiustizia   e sofferenza.    Non    proclamavano    miracoli,    ma    la parola   del   Signore,   il   vero   autore   dei   prodigi. Oggi   le   grida   di   dolore   salgono   da   ogni   parte   del mondo,    l'ingiustizia    si    è    dilatata    a    dismisura come   mai   si   è   sentito   prima.   In   un   marasma   del genere   possiamo   portare   alla   luce   quello   che   il battesimo   ci   ha   trasmesso   e   far   fare   grande   festa agli    angeli    in    cielo.    Coloro    che    sono    meno accreditati    danno    i    maggiori    risultati,    perché lavorano   in   santa   pace   sulla   parola   di   Dio   senza essere   disturbati.   Perciò   la   Madonna   apparendo   a Roberto   disse:   " Non   dire   niente   a   nessuno   che sarà   tutto   più   facile   per   te ".      Non   dobbiamo   farci prendere   dai   nostri   ragionamenti   e   dalle   nostre paure,   per   assurdo   se   decidessimo   di   pensare anche   alla   nostra   anima   e   corrispondere   alla chiamata   di   Dio,   potremmo   farci   seguire   di più    dai    nostri    cari .    Potremmo    riconquistarli senza   assecondarli   in   ogni   loro   passo.   La   volontà di    Dio    non    necessariamente    combacia    con    la nostra,    ci    siamo    dimenticati    della    prova    di Abramo?   Perché   mettiamo   al   primo   posto   i   nostri figli?     Il     Signore     non     porta     distruzione     e sofferenza,   ha   pensato   ai   gigli   del   campo   e   agli uccellini,   non   può   non   aver   pensato   a   noi   e   al sangue     del     nostro     sangue.     Accettiamo     le proposte   che   ha   messo   nel   nostro   cuore,   non solo   quelle   degli   altri,   e   piangeremo   di   gioia.   Dio merita     la     prima     scelta,     ricordiamo     cosa     è accaduto     a     Saul     quando     ha     disobbedito.       Potenzialmente   siamo   dei   fuoriclasse   in   virtù   del nostro    battesimo,    se    non    diamo    i    frutti    che potremmo      dare      la      colpa      è      nostra.      Ci abbandoniamo    a    Dio?    Lo    abbiamo    nel    cuore? Tutti    i    battezzati    sono    dei    chiamati,    ma    oggi siamo    alla    deriva    perché    non    si    segue    più    il Vangelo,   le   priorità   che   Dio   ha   messo   nel   nostro essere.    E    nemmeno    abbiamo    reso    felici    le persone     vicine.     Ci     conviene     seguire     questa strada? NON SOSTENIAMO CERTE DICERIE Tutti   danno   delle   motivazioni   sul   perché   le   cose peggiorano,   ma   chi   critica   non   è   molto   illuminato e     convinto     del     progetto     di     cui     fa     parte. Rappresentiamo   Dio   nella   bontà   e   nell'amore?   Di tutte   le   cose   che   conosciamo   rimarrà   la   fede,   la speranza   e   la   carità,   cioè   la   parola   di   Dio.   Se qualcuno   vuole   che   ci   confrontiamo   nel   dialogo,   è per   metterci   in   difficoltà.   La   persona   intelligente tante    volte    fa    un    passo    indietro,    tronca    la discussione   per   evitare   che   degeneri,   evitando   di dire   l'ultima   parola.   Ma   solo   in   apparenza   ne   esce sconfitto.     Quanti     cristiani     colpevolizzano     la Chiesa   pensando   che   il   danno   maggiore   venga dagli   errori   del   papa   o   dei   cardinali!   Che   danno possono   dare   se   vivono   dignitosamente?   Sono personaggi   di   livello   mondiale   che   portano   tanto bene   nelle   casse   della   Chiesa,   più   di   quello   che portiamo   noi,   ed   è   giusto   che   abbiano   qualcosa in   più.   Devono   avere   la   dignità   del   ruolo   che ricoprono,    altrimenti    vengono    presi    in    giro. Vogliamo    difendere    la    Chiesa    o    completare l'opera   della   sua   distruzione?   La   rovina   della   fede viene   da   noi   cristiani   che   non   siamo   in   grado   di rivelare   la   Verità   e   non   ci   amiamo   più.   Entra   la cosa   migliore,   la   preghiera,   e   fuoriesce   la   cosa peggiore,   la   critica,   la   polemica,   la   parola   del demonio.    Tante    persone    non    vanno    in    chiesa perché   non   la   frequentano   uomini   coerenti.   Fa bene   questo   alla   nostra   fede?   Da   quando   i   papi hanno   chiesto   scusa   per   gli   errori   dei   cristiani   è esplosa   la   rabbia   dei   nostri   nemici.   Non   hanno anche   loro   elementi   per   chiedere   scusa   e   fare   la pace?   Possiamo   andare   in   casa   loro   a   fare   quello che    fanno    in    casa    nostra?    Nel    cammino    dei cristiani   ci   sono   tante   dottrine   varie   e   peregrine , com'è   possibile?   Molti   sacerdoti   sono   preoccupati perché   anche   negli   oratori   e   nelle   giornate   della gioventù      non      viene      rispettato      il      sesto comandamento…      Educhiamo      i      nostri      figli,        ritorniamo   a   rispettare   i   comandamenti,   a   essere obbedienti   alla   Chiesa,   a   basare   la   nostra   fede sulle    opere    e    non    sulle    parole.    Il    Signore    si aspetta    di    trovare    poche    persone    giuste    per salvare Sodoma e Gomorra.  

Confidenze di Maria santissima a Roberto Longhi sul

monte Misma

 

I suggerimenti di Maria santissima sul monte Misma

                                                Il fuoriclasse
Indice suggerimenti Indice suggerimenti
versione mobile